.
Annunci online

  saxer [ Il mio volo libero sul mondo ]
         

 

                               

 

 

  

 



La prima regola

          Sito denuclearizzato

      

         

...Parmi un assurdo che le leggi,
che sono l'espressione della pubblica
volontà, che detestano e puniscono
l'omicidio, ne commettono uno
esse medesime, e, per allontanare
i cittadini dall'assassinio, ordinino
un pubblico assassinio...”.

            Cesare Beccaria









Immagina

Immagina non ci sia il Paradiso
prova, è facile
Nessun inferno sotto i piedi
Sopra di noi solo il Cielo
Immagina che la gente
viva al presente...

Immagina non ci siano paesi
non è difficile
Niente per cui uccidere e morire
e nessuna religione

Immagina che tutti
vivano la loro vita in pace..

Puoi dire che sono un sognatore
ma non sono il solo
Spero che ti unirai anche tu un giorno
e che il mondo diventi uno...

Immagina un mondo senza possessi
mi chiedo se ci riesci
senza necessità di avidità o rabbia
La fratellanza tra gli uomini
Immagina tutta le gente
condividere il mondo intero...

John Lennon





Soffiando nel vento

Quante strade deve percorrere un uomo
prima di essere chiamato uomo?
E quanti mari deve superare una colomba bianca
prima che si addormenti sulla spiaggia?
E per quanto tempo

dovranno volare le palle di cannone
prima che verranno abolite per sempre?
La risposta, mio amico sta soffiando nel vento,
la risposta sta soffiando nel vento

Per quanto tempo un uomo deve guardare in alto
prima che riesca a vedere il cielo?
E quanti orecchi deve avere un uomo
prima che ascolti la gente piangere?
E quanti morti ci dovranno essere

affinché lui sappia
che troppa gente è morta?
La risposta, mio amico sta soffiando nel vento,
la risposta sta soffiando nel vento

Per quanti anni una montagna può esistere
prima che venga spazzata via dal mare?
E per quanti anni può la gente esistere
prima di avere il permesso di essere libera
E per quanto tempo può un uomo

girare la sua testa
fingendo di non vedere
La risposta, mio amico sta soffiando nel vento,
la risposta sta soffiando nel vento

Bob Dylan

                     Cartoline      
   (qualche scatto, una mia passione)





          

          



         








 

 

 

 

 

 

 


23 febbraio 2012

Il momento nero...azzurro

    

Il momento è veramente drammatico, calcisticamente parlando, per i colori nerazzurri, i colori più vincenti degli ultimi anni! Nelle ultime sette partite abbiamo racimolato un misero punticino in casa con il Palermo, nella serata in cui il Principe Milito segnava 4 goal, le altre sei solo sconfitte...e che sconfitte! No, tutto ciò non è roba da Inter! Leggo i commenti più disparati, c'è chi se la prende con la squadra, chi con Ranieri, chi con Moratti, altri con Branca. Io dico che in queste circostanze tutti possono avere ragione perché se andiamo ad analizzare freddamente le partite ognuno dei sopra citati ha responsabilità, come non ammetterlo. La società, in quanto, a mio modo di vedere, ha perso due anni per rinnovare la squadra vincente, la squadra del triplete, una squadra ormai logora. Nell'estate 2010 doveva partire il rinnovamento e conseguentemente lo svecchiamento. Un progetto nuovo doveva iniziare, con un nuovo allenatore ed una serie di giocatori che avrebbero dovuto portare linfa nuova e vitale nel gioco ma soprattutto nella corsa. Invece è arrivato solo un nuovo allenatore, giocatori nuovi niente, si è preferito continuare con coloro che ormai a questa maglia avevano dato tutto e non potevano dare altro, perché si sa, dopo l'abbuffata tutti i ritmi rallentano, stimoli per primo. Io ho sempre difeso e continuerò a difendere il nostro Presidente da attacchi che non ritengo debbano essere imputatigli, attacchi ingiusti! Moratti ci ha portato sul tetto del mondo, per 5 anni (dico 5) noi tifosi abbiamo gioito e a questo bisogna dargliene merito, non farlo è da ingrati! I presidenti precedenti ci avevano fatto gioire con uno scudetto ogni 10 anni e pochi altri trofei. Ma detto ciò non posso non dire che è stato sbagliato in fase di programmazione in maniera palese!

Campagne acquisti e cessioni da dilettanti, questo si!

E siamo ai giorni nostri, all'ennesima sconfitta, questa volta in champions sul campo dell' Olympique Marsiglia, sconfitta arrivata al terzo e ultimo minuto di recupero...al 93°, insomma! Una sconfitta amara perché l'Olympique ha dimostrato di essere una squadra modesta che non ci ha mai impensierito fino al...93°!!! E qui a mio modo di vedere ci hanno messo del loro sia la squadra sia il nostro tecnico Ranieri. I giocatori perché anche avendo avuto palle gol limpide si sono incartocciati con tiri deboli frenati dalla paura e soprattutto perché non hanno voluto vincere una partita contro una squadra che, anche con i nostri problemi, si poteva battere tranquillamente! E poi il tecnico che ultimamente sembra non ne azzecchi più una, sia nelle formazioni sia nei cambi che pure erano stati la sua arma migliore all'inizio della sua esperienza. Inizia con una formazione che lascia un po' di stucco tutti con Zarate dal primo minuto, che ultimamente non aveva mai giocato e vistolo ieri sera si è capito anche il perché, Forlan punta centrale che oramai è rimasta la brutta copia di quel giocatore che aveva incantato nei mondiali. In panca sia Milito che Pazzini. Inutile dire che la coppia di attacco ha fatto un po' ridere ma il nostro tecnico ostinatamente ha tenuto in campo Forlan fino al termine e Zarate l'ha sostituito con un centrocampista,Obi. Perché un centrocampista? Ancora prima mi chiedo, Maicon perchè è stato sostituito da Nagatomo, non si poteva mettere subito un centrocampista, tipo Poli, per esempio, in grande forma e spostare Zanetti al posto di Maicon? Ultimo appunto a Ranieri che aveva una terza sostituzione, perchè non è stata fatta? Perché non si è provato, magari nell'ultimo quarto d'ora, a togliere Forlan e mettere dentro uno tra il Pazzo o il Principe? O, se si voleva difendere lo 0-0, come è sembrato, perché non inserire Ranocchia che avrebbe potuto far comodo nel gioco aereo visto che l'autore del gol aveva avuto già 4 limpide occasioni proprio di testa? Ora non so se un cambio di allenatore possa giovare, ma certo è che Ranieri non lo vedo più lucido nelle decisioni!

Ora, però, detto tutto questo c'è solo da dire che noi tifosi saremo sempre lì a sostenere la nostra squadra, sempre e comunque, rassegnandoci che una stagione storta può capitare, ma consapevoli che si debba fare del tutto per evitare di ripeterne!

Vorrei concludere con una frase di un inno anni '80 che voglio sperare sia di buon auspicio: “... e presto tornerà la gloria che il mondo ancora ci invidierà.... canta insieme a noi e il successo non potrà sfuggire...ora di nerazzurro il cielo si colora, la stella d'oro brillerà vittoria, i tuoi campioni sempre premierà e l'Inter vincerà...”!!!

Perché noi siamo l'Inter … AMALAAAAA!!!!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. moratti inter champions olympique

permalink | inviato da saxer il 23/2/2012 alle 9:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa



12 febbraio 2012

Addio ad una grande artista


E' proprio così, magari passa del tempo nel quale non si ascoltano canzoni di artisti famosi che hanno segnato la storia della musica, poi d'improvviso la notizia, un normale Tg e tutto cambia. Così è stato, oggi, per Whitney Houston, trovata morta in una stanza d'albergo come tanti, come altri. E così si riprendono le canzoni di questa grande artista dalla voce unica e inimitabile che ha accompagnato per anni le mie passioni musicali e si ricomincia a riascoltarle. Io che, solitamente, ascolto di rado la musica che non sia italiana, io che ascoltavo questa brava e bella cantante per la sua intensità vocale, una caratteristica che subito mi ha colpito, al primo ascolto!

Ancora una volta una vita spezzata dalla sregolatezza e dalla depressione, come dire che chi è bravo, bello e famoso non potrà mai avere un briciolo di serenità.

Un destino crudele che ha colto prima di lei altri, dopo di lei chissà...

Negli anni '80 avevo una cassetta su cui avevo registrato le sue canzoni più belle che ora si è persa come si è persa l'interprete, purtroppo!

Addio Whitney!



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. whitney houston

permalink | inviato da saxer il 12/2/2012 alle 22:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



10 febbraio 2012

I miei inverni


10/02/2012 Dalla mia finestra

Da qualche ora è iniziata la seconda fase di questa ondata di maltempo. E’ ripreso a nevicare e il territorio, già pesantemente innevato, dovrà farsi carico di questa nuova coltre che andrà ad aggiungersi alla precedente. Sto seguendo il Tg regionale per farmi un’idea nella mia regione ma tutta l’Italia centro meridionale è interessata dalla neve. Le Marche sono interessate da Nord a Sud ma, soprattutto, nell’entroterra. Non voglio fare, però, un servizio da Tg visto che in questi giorni ce ne sono pure troppi ma una cosa curiosa la voglio scrivere sentita proprio in un Tg. In un comune dell’ascolano stanno aspettando un tir di sale, tir bloccato all’ imbocco dell’autostrada per il divieto di transito ai mezzi pesanti! Ma è un’emergenza, caspita! Inutile, siamo sempre in Italia!

Questo clima mi fa ritornare indietro negli anni, alla mia adolescenza, quando ancora nel mio paese natio a 600 m. s.l.m. gli inverni erano tutti così e duravano per tempi anche più lunghi!

Le mie giornate erano segnate dal silenzio tutto intorno e dal tepore del camino e della stufa a legna. Naturalmente per rifornire questi due mezzi di riscaldamento bisognava andare nella legnaia e per andarci si doveva creare un passaggio nel manto bianco, la “rotta”, così veniva chiamato.

Sopra al camino una piccola radio bianca, anzi panna, regalo di comunione, dove ascoltavo la radio locale per sapere notizie della chiusura o meno delle scuole (a quei tempi internet era una chimera) e, naturalmente, la musica.

Pescatore, di Bertoli e Mannoia, è un brano che ascoltavo molto in quel periodo e che, ascoltandolo ora, mi riporta in quei pomeriggi invernali segnati dalla neve e dal programma pomeridiano di dediche e musica a richiesta di Radio C1.

Come smetteva di nevicare e faceva di nuovo capolino il re sole, con gli amici ci ritrovavamo per andare a “sciare” con sacchi di plastica in una pista in mezzo a campi e boschi. Puro e sano divertimento!

Poi le passeggiate sulla neve nel territorio circostante a scattare foto, una passione che ancora mi porto dietro.

Poi la maggiore età, la macchina, le catene, lo spalare neve per uscire dal garage, insomma tutte azione abituali negli inverni degli anni70-80.

E’ per questo che non riesco a capire tutto il pandemonio suscitato da queste nevicate. E’ vero rientrano nell’eccezionalità e sono state colpite zone indistintamente abituate e non abituate a tutta questa neve, ma tutto era stato previsto con largo anticipo e anche nei paesi “non abituati” si sarebbe potuto fare meglio! Fra qualche ora è prevista neve nuovamente a Roma. Chissà se Alemanno e Gabrielli si sono messi d’accordo sul da farsi? Chissà se questa prova d’appello sarà superata? Le prossime ore ce lo diranno.

Dimenticavo, per scrivere questo post ho spolverato il portatile tutto sgangherato, mi sono seduto sul divano davanti al camino con il pc sulle ginocchia mentre in sottofondo la musica di Radio Subasio accompagna i miei ricordi. 

Intanto fuori dalla finestra i fiocchi di neve continuano a venire giù!



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. neve maltempo

permalink | inviato da saxer il 10/2/2012 alle 15:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



3 febbraio 2012

Il lavoro, la neve e altro ancora


Era un po' che volevo aggiornare il mio blog e con la neve che scende fuori dalla finestra ora ci provo spuntando un po' di qua e un po' di là!

Non posso non cominciare con la politica e con il nuovo governo. Battute infelici a parte, credendo, sbagliandomi, prerogativa del precedente premier, siamo sotto una morsa e ci stanno tartassando in maniera sottile ma nello stesso tempo pesante. Naturalmente a pagare sono sempre i soliti...perché avevate qualche dubbio?

Il lavoro non c'è ma ora si vogliono togliere anche i diritti conquistati dai nostri padri con dure lotte contro le ingiustizie. L'art. 18 è il punto del contendere, ma non solo. I pochi provvedimenti presi per contenere la disoccupazione sono solo ed esclusivamente per gli under 35, gli altri, gli over intendo, possono anche crepare!

La corruzione politica dilagante nel nostro paese ci pone a livello di paesi da terzo mondo, i quali benché ricchi di materie prime arricchiscono solo pochi! Il mondo è malato, è da un po' che lo vado ripetendo nei miei post e nei miei commenti da internauta, ma il nostro paese lo è di più! Occorrerebbe un po' di bora politica (chissà) per spazzare via questa classe politica inadeguata e inefficiente. E' ora che la passione, la voglia di fare, il disinteresse personale prendano il sopravvento per una nuova stagione politica all'insegna dell'onestà e della trasparenza!

Intanto siamo sotto un manto di neve e avvolti da freddo polare. E' una settimana che in televisione ci tartassano con questa notizia che a solo sentirla fa prendere freddo! E' inverno, che diamine! A volte sembra che i giornalisti scoprano l'acqua calda! Poi tutti i consigli per proteggersi dal freddo, addirittura l'alimentazione, suvvia scrittori della carta stampata, non siate ridicoli!

Sembra affievolito l'interesse morboso sul naufragio della CostaConcordia, dopo una trentina di morti, un comandante che tra manovre più o meno sbagliate, più o meno di routine, più o meno concordate è stato crocifisso da solo, questa volta senza nemmeno i due ladroni vicino, ladroni che potevano essere ricercati nell'armatore (che sapeva) e nella capitaneria di porto (che non poteva non sapere)! Non voglio difendere il comandante, per carità, la colpa maggiore è sua e anche perché dopo le ultime notizie ora dovrà difendersi anche dalle ire della moglie!

Dulcis in fundo la mia Inter. Una partenza da dimenticare con Gasperini in panca ci ha fatto assaporare i brividi della zona retrocessione, un autunno caldo insomma! Poi la svolta con Ranieri, il tecnico che ha capito sin da subito il da farsi, mettendo in campo formazioni adeguate e gioco pratico, senza fronzoli, finalizzato ai tre punti e risalendo nella zona alta della classifica. Fino al derby di metà gennaio c'è riuscito poi l'intoppo. In una settimana usciamo dalla coppa Italia, perdiamo a Lecce che in quello stadio quest'anno non aveva mai vinto (aspettava solo noi) e pareggiamo in casa col Palermo dopo una partita rocambolesca ricca di gol, di neve e di ghiaccio! Quattro gol del principe Milito, ritornato in forma smagliante, non sono bastati per avere la meglio di un buon Palermo, non irresistibile ma supportato da un fantastico Miccoli. Dobbiamo renderci conto che quest'anno le nostre ambizioni sono ridimensionate rispetto agli anni passati ma con qualche ritocco in futuro potremmo dire la nostra...intanto però, almeno, speriamo...il terzo posto!!! Non sarà semplice! Amala!

Ora basta scrivere, continua a nevicare e bisogna andare a spalare la neve ... per riscaldarsi è un metodo efficacissimo!



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica lavoro inter corruzione neve concordia

permalink | inviato da saxer il 3/2/2012 alle 10:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


sfoglia     novembre        marzo
 


Ultime cose
Il mio profilo



Paola Rocchi
Giulia Fresca
Geco
ioTocco
Francesco Capezzuto
occhiodelciclone
Paolo Borrello
quovadisblog
Piero63
Libertadinformare
elepuntaallaluna
2piu2uguale5
Gruppo 2piu2uguale5
GLO - Gruppo Libere Opinioni


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0


Feed ATOM di questo blog Atom













Registra il tuo sito nei motori di ricerca Utenti online