Blog: http://saxer.ilcannocchiale.it

Il momento nero...azzurro

    

Il momento è veramente drammatico, calcisticamente parlando, per i colori nerazzurri, i colori più vincenti degli ultimi anni! Nelle ultime sette partite abbiamo racimolato un misero punticino in casa con il Palermo, nella serata in cui il Principe Milito segnava 4 goal, le altre sei solo sconfitte...e che sconfitte! No, tutto ciò non è roba da Inter! Leggo i commenti più disparati, c'è chi se la prende con la squadra, chi con Ranieri, chi con Moratti, altri con Branca. Io dico che in queste circostanze tutti possono avere ragione perché se andiamo ad analizzare freddamente le partite ognuno dei sopra citati ha responsabilità, come non ammetterlo. La società, in quanto, a mio modo di vedere, ha perso due anni per rinnovare la squadra vincente, la squadra del triplete, una squadra ormai logora. Nell'estate 2010 doveva partire il rinnovamento e conseguentemente lo svecchiamento. Un progetto nuovo doveva iniziare, con un nuovo allenatore ed una serie di giocatori che avrebbero dovuto portare linfa nuova e vitale nel gioco ma soprattutto nella corsa. Invece è arrivato solo un nuovo allenatore, giocatori nuovi niente, si è preferito continuare con coloro che ormai a questa maglia avevano dato tutto e non potevano dare altro, perché si sa, dopo l'abbuffata tutti i ritmi rallentano, stimoli per primo. Io ho sempre difeso e continuerò a difendere il nostro Presidente da attacchi che non ritengo debbano essere imputatigli, attacchi ingiusti! Moratti ci ha portato sul tetto del mondo, per 5 anni (dico 5) noi tifosi abbiamo gioito e a questo bisogna dargliene merito, non farlo è da ingrati! I presidenti precedenti ci avevano fatto gioire con uno scudetto ogni 10 anni e pochi altri trofei. Ma detto ciò non posso non dire che è stato sbagliato in fase di programmazione in maniera palese!

Campagne acquisti e cessioni da dilettanti, questo si!

E siamo ai giorni nostri, all'ennesima sconfitta, questa volta in champions sul campo dell' Olympique Marsiglia, sconfitta arrivata al terzo e ultimo minuto di recupero...al 93°, insomma! Una sconfitta amara perché l'Olympique ha dimostrato di essere una squadra modesta che non ci ha mai impensierito fino al...93°!!! E qui a mio modo di vedere ci hanno messo del loro sia la squadra sia il nostro tecnico Ranieri. I giocatori perché anche avendo avuto palle gol limpide si sono incartocciati con tiri deboli frenati dalla paura e soprattutto perché non hanno voluto vincere una partita contro una squadra che, anche con i nostri problemi, si poteva battere tranquillamente! E poi il tecnico che ultimamente sembra non ne azzecchi più una, sia nelle formazioni sia nei cambi che pure erano stati la sua arma migliore all'inizio della sua esperienza. Inizia con una formazione che lascia un po' di stucco tutti con Zarate dal primo minuto, che ultimamente non aveva mai giocato e vistolo ieri sera si è capito anche il perché, Forlan punta centrale che oramai è rimasta la brutta copia di quel giocatore che aveva incantato nei mondiali. In panca sia Milito che Pazzini. Inutile dire che la coppia di attacco ha fatto un po' ridere ma il nostro tecnico ostinatamente ha tenuto in campo Forlan fino al termine e Zarate l'ha sostituito con un centrocampista,Obi. Perché un centrocampista? Ancora prima mi chiedo, Maicon perchè è stato sostituito da Nagatomo, non si poteva mettere subito un centrocampista, tipo Poli, per esempio, in grande forma e spostare Zanetti al posto di Maicon? Ultimo appunto a Ranieri che aveva una terza sostituzione, perchè non è stata fatta? Perché non si è provato, magari nell'ultimo quarto d'ora, a togliere Forlan e mettere dentro uno tra il Pazzo o il Principe? O, se si voleva difendere lo 0-0, come è sembrato, perché non inserire Ranocchia che avrebbe potuto far comodo nel gioco aereo visto che l'autore del gol aveva avuto già 4 limpide occasioni proprio di testa? Ora non so se un cambio di allenatore possa giovare, ma certo è che Ranieri non lo vedo più lucido nelle decisioni!

Ora, però, detto tutto questo c'è solo da dire che noi tifosi saremo sempre lì a sostenere la nostra squadra, sempre e comunque, rassegnandoci che una stagione storta può capitare, ma consapevoli che si debba fare del tutto per evitare di ripeterne!

Vorrei concludere con una frase di un inno anni '80 che voglio sperare sia di buon auspicio: “... e presto tornerà la gloria che il mondo ancora ci invidierà.... canta insieme a noi e il successo non potrà sfuggire...ora di nerazzurro il cielo si colora, la stella d'oro brillerà vittoria, i tuoi campioni sempre premierà e l'Inter vincerà...”!!!

Perché noi siamo l'Inter … AMALAAAAA!!!!

Pubblicato il 23/2/2012 alle 9.45 nella rubrica Sport.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web